Nel cortile di Piazza dei Mestieri, per il decennale della welfare community che ha formato 1500 adolescenti, con lo chef del ristorante La Piazza, Maurizio Camilli e i ragazzi della scuola.

Ore 12:30-14:30 sabato 4 settembre 2014, via Jacopo Durandi 13, Torino

Il cibo di strada è la storia di un Paese, dice il grande chef Gualtiero Marchesi nell’intervista concessa a Clara e Gigi Padovani, nel loro ultimo libro Street food all’italiana (Giunti), che ha anticipato un fenomeno oggi di gran moda. I due autori, giornalisti e food writer di molti libri di successo, hanno compiuto un viaggio dall’Alto Adige alla Sicilia alla scoperta dei veri food maker italiani: donne e uomini che ogni giorno friggono, impastano, infornano, bollono e arrostiscono per i loro clienti, lontano dai riflettori della Tv. Veri “eroi del quotidiano” che con passione portano avanti un mestiere spesso tramandato di padre in figlio, un lavoro faticoso, duro, ma al tempo stesso pieno di soddisfazioni e ricco di rapporti umani. Nei 38 video che accompagnano il libro, con le fotografie e le 54 ricette raccolte “in strada” ci si immerge nei sapori e negli odori delle piazzette napoletane, dei carruggi della vecchia Genova, dei mercati palermitani, veri e propri palcoscenici di questi artisti del cibo; cibo semplice e veloce, da gustare in strada, in piedi, con le mani unte o colanti di crema: il gran fritto di Cesenatico, l’oliva all’ascolana, lo gnocco fritto, la farinata, la pizza con la mortazza, il cinque e cinque di Livorno, il borlengo emiliano, il battilocchio di Napoli, il pani ca’meusa e lo sfincione, la pitta calabrese, il lampredotto, il babà…

 

Per la prima volta a Torino, con lo chef Maurizio Camilli a guidare i fornelli, sui quali si cimenteranno gli allievi di Piazza dei Mestieri, e con Clara e Gigi Padovani come “maestri di cerimonia” sabato 4 ottobre, dalle ore 12:30 alle 14:30, sarà presentato uno “show cooking” di strada, con tanti banchetti che offriranno in degustazione alcune specialità tratte dal libro “Street food all’italiana”: pizza e mortazza, sfincione, bombetta, arancine, baccalà fritto, cannoli siciliani e, a chiudere, brioche con il gelato[nella fotogallery qui sotto, le foto tratte dal libro, Copyright Gigi Padovani]

 

Un evento che porta alla ribalta, invece dei piatti “televisivi” dei talent show, la semplicità e la immediatezza di sapori che hanno fatto la storia d’Italia, con la passione e la competenza dei ragazzi della panetteria e delle cucine di Piazza dei Mestieri. Il tutto accompagnato dalla birra per i dieci anni della scuola: “Anniversary”, la classica bevanda del cibo di strada. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.