Clara e Gigi Padovani

Ricette

Strudel di pecorino e rape alla laziale

Ecco un piatto sano per l’inverno, ricco di calcio, contenuto nelle rape e nel formaggio. La veste è insolita, simile allo «strudel» di asburgica memoria ma gli ingredienti rendono omaggio al Lazio e al pecorino del pastore, realizzato con latte ovino e stagionato per almeno 4 o 5 mesi. C. V.

Ricetta di Clara Vada

Tempo di preparazione: 40 minuti

Ingredienti:

Per 4 persone

  • Un rotolo di pasta sfoglia già pronta
  • 700 g di rape mondate 
  • 130 g di ricotta romana 
  • 200 g di pecorino stagionato 
  • 3 uova 
  • 1 cucchiaio con un misto di erbette essiccate 
  • q.b. di noce moscata, sale e pepe

Preparazione:

Tagliate le rape a rondelle sottili e rosolatele in una padella, per qualche minuto, con un filo d’olio d’oliva extravergine. Salate, pepate, profumate con le erbette (dragoncello, timo, maggiorana, rosmarino) e la noce moscata. Aggiungete qualche cucchiaio d’acqua e stufate per 7-8 minuti. Lasciate raffreddare e incorporatevi la ricotta, il pecorino a dadini, le uova (una per volta). Stendete la sfoglia in un’ampia teglia e versate al centro il ripieno preparato lasciando liberi i bordi. Formate lo strudel accavallando e sigillando bene la sfoglia, pizzicandola con le dita. Mettete in forno a 200° C per 20-25 minuti.

[Pubblicata sulle pagine “sapori” di “Leggo” il 29 novembre 2011]

Il vino

Cesanese del Piglio Tenuta della Ioria

A ridosso dei boschi dell’Appennino, verso l’Abruzzo, ci sono vigneti antichissimi che, attorno al borgo di Piglio, regalano agli intenditori un rosso forse ancora poco conosciuto, ma vellutato e insieme rustico, adatto ad accompagnare piatti saporiti. E’ il Cesanese del Piglio, che nella Tenuta della Ioria trova in Paolo Perinelli, viticoltore da generazione, un interprete premiato dalle guide e attento alla tradizione. Il Tenuta della Ioria Docg Superiore 2008 è il vino più rappresentativo dell’azienda con 38 ettari e una produzione totale di 78 mila bottiglie. La vendemmia 2011 ha fornito uve belle, dopo un’annata calda, dai quali si otterranno vini robusti come questa terra, la Ciociaria, che può ancora dare tante soddisfazioni a chi rifugga dalle etichette più scontate.

http://www.casaledellaioria.com

Prezzo: 9-11 euro Zona: Frosinone Gradazione: 14,5°