Clara e Gigi Padovani

Blog

Niente Cioccola-To’ a Torino? Per fortuna c’è il nostro #chocotour

Un tempo in autunno arrivava Cioccola-Tó e noi per due edizioni, qualche anno fa, abbiamo contribuito a curarnee il programma culturale con memorabili degustazioni. Ora non si fa più: non si riesce proprio a organizzare un evento sul cioccolato nella città che ne è stata la capitale europea e ha regalato al mondo il gianduiotto.

Ma consolatevi!

Con il nostro libro L’ingrediente della felicità – che sta suscitando interesse con interviste tv, radio, incontri, articoli e segnalazioni – abbiamo voluto ritornare al nostro “primo amore” di coppia fondente, come ci hanno definito sul Corriere della Sera. E quindi abbiamo programmato un #choco-book-tour prima di Natale, sia a Torino sia in altre città non soltanto piemontesi, per divulgare la cultura sul Cibo degli Dei anche con generosi artigiani e aziende che hanno deciso di seguirci.

Leggi »

Felici e fondenti grazie a un libro

Dal 16 novembre è in distribuzione il nostro nuovo libro, "L'ingrediente della felicità. Come e perché il cioccolato può cambiarci la vita" [Centauria, 13,90 euro]. Siamo tornati un po' al primo amore, il Cibo degli Dei, e in questo libro dal taglio innovativo abbiamo trattato sia gli aspetti nutrizionali del fondente - che ha indubbi vantaggi per il cuore, il cervello, il nostro umore e anche nel combattere ansia e stress - sia tutte le conoscenze raccolte in quindici anni di visite in laboratori, industrie, pasticcerie, piantagioni di cacao sulla lavorazione delle fave di Theobroma fino ad arrivare a una tavoletta. Inoltre raccontiamo tutte le forme della felicità, dalle praline ai gianduiotti alle creme da spalmare, i tanti tipi di torte, le specialità salate al cacao e le regole per gli abbinamenti e la degustazione. L'ultimo capitolo è un'antologia golosa di tutta la letteratura dedicata al cioccolato, dall'Arcadia a Guido Gozzano con le "Golose" e Joanne Harris con "Chocolat"

Leggi »

La biografia ufficiale di Slow Food

Le tappe e i protagonisti di una lunga rivoluzione culminata nella creazione di una struttura di eccellenza come l’Università di Scienze gastronomiche di Pollenzo che laurea gastronomi, cuochi, mastri birrai, panificatori,
gelatai, e diffonde una cultura del cibo e dell’ambiente all’insegna del Buono, Pulito e Giusto con il sostegno dei Partner strategici rappresentando un esempio di come si può coniugare la tutela del cibo giusto con il contributo dell’industria agro-alimentare. «Chi semina utopia raccoglie realtà» ama citare Petrini: questo libro racconta la storia di un percorso che nel nome di grandi ideali ha cambiato per sempre il nostro modo di intendere il cibo. Dal 13 settembre è in libreria il libro "Slow Food. Storia di un'utopia possibile" (Giunti-Slow Food Editore), scritto da Carlo Petrini con Gigi Padovani. Un nuova edizione profondamente rivista e corposamente aggiornata, con il racconto inedito degli ultimi dodici anni, che prende spunto dal volume di Carlo Petrini e Gigi Padovani "Slow Food Revolution. Da Arcigola a Terra Madre. Una nuova cultura del cibo e della vita" (Rizzoli 2005).

Leggi »

La vera storia del tiramisù

In questi giorni sui media è tornata in auge la "guerra del tiramisù" tra Veneto e Friuli Venezia Giulia. Tutto è nato dal nostro libro pubblicato da Giunti nel 2016. In questo post cerchiamo di spiegare la genesi della nostra indagine, anche per correggere eventuali errori od oissioni sugli articoli usciti finora. Oggi ii "tiramisù" friulano è una realtà riconosciuta dalla Repubblica Italiana, come Pat, Prodotto Agroalimentare Tradizionale. Vi spieghiamo come si è arrivati a questa novità importante, contestata dal presidente della Regione Veneto. 

Leggi »

Prix de la Littérature Gastronomique

L'Acadèmie Internationale de la Gastronomie è nata nel 1983, ha sede a Parigi e riunisce le Accademie nazionali di 23 Paesi, tra i quali l'Italia con l'Accademia Italiana della Cucina, fondata nel 1953 da Orio Vergani, che è l'organismo con il maggior numero di soci al mondo. Ogni anno vengono assegnati, durante l'Assemblea Generale, alcuni prestigiosi premi previsti dallo Statuto. Nella riunione svoltasi il 6 febbraio 2017 è stato deciso di assegnare a Gigi Padovani il Prix de la Littérature Gastronomique 2017. Il riconoscimento è stato consegnato dal presidente dell'Aig, il francese Jean Vitaux, presso il ristorante Marchesino alla Scala il 29 maggio 2017, in una cerimonia con pranzo di gala al quale erano presenti anche gli altri premiati, compreso lo chef Enrico Crippa, del ristorante Piazza Duomo di Alba (Cn), tre stelle Michelin, che ha ricevuto il riconoscimento mondiale Gran Prix de l'Art de la Cuisine.

Leggi »

 1 2 3 >  Ultimo »