Clara e Gigi Padovani

Blog

Prix de la Littérature Gastronomique

L'Acadèmie Internationale de la Gastronomie è nata nel 1983, ha sede a Parigi e riunisce le Accademie nazionali di 23 Paesi, tra i quali l'Italia con l'Accademia Italiana della Cucina, fondata nel 1953 da Orio Vergani, che è l'organismo con il maggior numero di soci al mondo. Ogni anno vengono assegnati, durante l'Assemblea Generale, alcuni prestigiosi premi previsti dallo Statuto. Nella riunione svoltasi il 6 febbraio 2017 è stato deciso di assegnare a Gigi Padovani il Prix de la Littérature Gastronomique 2017. Il riconoscimento è stato consegnato dal presidente dell'Aig, il francese Jean Vitaux, presso il ristorante Marchesino alla Scala il 29 maggio 2017, in una cerimonia con pranzo di gala al quale erano presenti anche gli altri premiati, compreso lo chef Enrico Crippa, del ristorante Piazza Duomo di Alba (Cn), tre stelle Michelin, che ha ricevuto il riconoscimento mondiale Gran Prix de l'Art de la Cuisine.

Leggi »

Il #TIRAMISUDAY il 21 marzo in tutti gli Eataly del mondo

La proposta di Clara e Gigi Padovani, autori del libro "Tiramisù" di Giunti, hanno lanciato la proposta lunedì 30 gennaio 2017 a Eataly Trieste durante una conferenza stampa, presenti Flavia Cosolo (la figlia dello chef stellato Mario Cosolo che al suo ristorante Vetturino di Pieris creò per primo un dolce chiamato "tirimesù" tra il 1940 e il 1950, che ha eseguito "in diretta" la ricetta originale), Giulia Cosolini (responsabile eventi Eataly Trieste), gli assessori della Regione Fvg Cristiano Shaurli e Sara Vito, il Consorzio Culturale Montefalconese, l'Accademia Italiana della Cucina, Slow Food, giornalisti, scrittori come Alessandro Marzio Magno, blogger, influencer. Appuntamento al 21 marzo per il #tiramisuday

Leggi »

In libreria: “L’arte di bere il vino e vivere felici”

E' in arrivo in libreria, dal primo dicembre 2016, il mio nuovo libro: si intitola "L'arte di bere il vino e vivere felici" ed è pubblicato da Centauria. Ne ha scritto il più autorevole sito dedicato al mondo del vino, "Winenews", con questa anteprima online dal 23 dicembre 2016, che riporto:

---

E' dedicato a chi si vuole avvicinare al vino senza ben sapere come, i “beginners” del vino, o come li chiamano i francesi, “nuls”, scritto in un linguaggio più easy rispetto ad un classico manuale enoico e con uno stile adatto ai giovani - ma un po’ di regole, per capire come scegliere un vino, leggerne le etichette, versarlo nel bicchiere giusto, discernere colore e profumi, fino alla degustazione (rigorosamente in compagnia), ci sono - e con divagazioni e curiose citazioni, legate al concetto di piacere e felicità che possono nascere grazie ad un buon calice, che diventa protagonista dei nostri momenti di “mindfulness” (consapevolezza), in tutte le sue sfaccettature. Ecco “L’arte di bere il vino. E vivere felici”, il nuovo volume dello scrittore, giornalista e critico enogastronomico, Gigi Padovani, in anteprima per WineNews (edito dalla nuova casa editrice Centauria di Milano), aspettando l’uscita il 1 dicembre in libreria, per imparare a godere di un gesto di puro piacere. Un esempio? Prendete una bottiglia e riempitevi il bicchiere, magari davanti ad un bel panorama: si può godere intensamente l’attimo presente, e capire più a fondo la realtà in cui siamo immersi, anche imparando a bere in modo più consapevole. “In queste pagine spero di riuscire a trasmettere la felicità che si può raggiungere imparando l’arte di bere il vino”, è l’intento dell’autore.
Nell’“L’arte di bere il vino. E vivere felici” (Centauria, pag. 192, prezzo di copertina euro 9,90; www.centauria.it), racconta lo scrittore, autore di tanti bestsellers di successo nel mondo dell’editoria wine & food (da ultimo, “Tiramisù. Storia, curiosità, interpretazioni del dolce italiano più amato”, scritto a quattro mani con la moglie Clara, edito da Giunti Editore), “ho scelto un punto di vista un po’ diverso, mi sono divertito a scriverlo”.

Leggi »

“No allo spreco di cibo: ora donare è più semplice”

Il 14 settembre, è entrata in vigore la legge antispreco varata in tempi record dal Parlamento italiano a larga maggioranza. Si prefigge di fermare lo scandalo del cibo buttato, 90 chilogrammi a testa, con un costo di 12,5 miliardi ogni anno, E’ chiamata anche legge Gadda, dalla giovane deputata del Pd di Varese, Maria Chiara Gadda, che l’ha scritta e si è battuta per farla approvare, con il sostegno delle associazioni di volontariato che aiutano gli indigenti e già ad oggi riescono a recuperare 500 mila tonnellate l’anno. L'ho intervistata a Torino, sabato 24 settembre 2016: era a Torino a Terra Madre Salone del Gusto per un convegno con Banco Alimentare e Coop, questa è la sua prima intervista da quando è entrate in vigore la normativa. L'ha pubblicata il quotidiano "LEGGO" il 26 settembre. 

 

Leggi »

Al Salone del Gusto: laboratorio tiramisù, Parchi da gustare, legge antispreco

Saremo a Terra Madre - Salone del Gusto di Torino, dal 22 al 26 settembre 2016, con tre appuntamenti molto diversi tra di loro. Uno istituzionale, con la Regione Piemonte, per la nuova pubblicazione sulle Ricette dei Parchi con introduzioni di Gigi Padovani (sabato 24 ore 11:30 al Castello del Valentino). Uno di volontariato, che dalla Cena dei Mille in avanti ci impegna da anni, in favore del Banco Alimentare del Piemonte, sabato 24 alle ore 17:00 presso Fior Food Coop in Galleria del Lux). Uno legato alla nostra attività di scrittori, lunedì 26 settembre alle ore 18:00, per un Laboratorio del gusto eccezionale a Lingotto Eataly (Aula 2, sold out): i quattro tiramisù originali del nostro libri (due friulani e due veneti) e quello "UP" di Guido Castagna. Sarà presente anche la figlia del cuoco di Pieris, Flavia Cosolo, che spiegherà la sua ricetta mai svelata per 70 anni della "Coppa Vetturino Tirimesù". 

Leggi »

 1 2 3 >  Ultimo »